Offerta formativa

Diversamente da altri prodotti dell'uomo, il patrimonio architettonico è sottoposto nel tempo a trasformazioni e modifiche che ne condizionano aspetto e fruizione. Si tratta spesso di manufatti complessi, frutto di stratificazioni di interventi che testimoniano costanti azioni di manutenzione e riparazione. Non ha quindi senso ricercare uno stato originale puro a scapito della ricchezza d'informazioni che queste contaminazioni producono.

La preoccupazione di salvare preferibilmente il patrimonio monumentale porta ancora, nonostante le numerose raccomandazioni contenute nelle Carte internazionali del Restauro, ad indirizzare la formazione professionale verso specialisti monotematici.

 

Il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio

Il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio è un organismo dedito alla tutela, alla promozione e alla valorizzazione dei beni culturali tramite la formazione professionale; esso svolge un'intensa attività didattica negli spazi annessi alla settecentesca villa, immersa nel verde del grande parco.

I corsi sono frequentati da artigiani, architetti, restauratori e cultori dell'arte provenienti da tutta Europa e da molti paesi extraeuropei. Dal 1977 oltre 6.000 persone, provenienti da circa 60 paesi, hanno frequentato i corsi del Centro.

Il quadro formativo è orientato verso la conoscenza dei concetti della conservazione sanciti a livello internazionale e della loro applicazione nelle specifiche realtà territoriali. Sono insegnate le modalità di scelta delle diverse tecniche d'intervento per le integrazioni e sostituzioni, per le terapie e le eventuali protesi e l'uso dei materiali appropriati.

Per questa apertura, e per la sua particolare formula di insegnamento con interpretariato simultaneo in quattro lingue, il Centro è considerato un'istituzione di riferimento del settore, e la sola veramente internazionale. Inoltre è l'unico centro professionale che applica gran parte dell'insegnamento in forma interdisciplinare, alternando l'apprendimento pratico individuale, in laboratori distinti ma contigui, con lezioni teoriche collettive, nelle aule speciali.


Obiettivi generali 

La FONDAZIONE persegue i seguenti obiettivi generali:
• valorizzare culturalmente l'ambito della conservazione e dei mestieri del patrimonio;
• formare giovani, apprendisti e artigiani tecnicamente e culturalmente preparati per stimolare l'evoluzione tecnica nel settore del restauro, conciliando l'utilizzo delle tecnologie più avanzate con il rispetto verso la tradizione, la storia, la cultura del territorio;
• promuovere corsi di specializzazione e aggiornamento per gli esperti del restauro, trasferendo alle nuove generazioni di operatori esperienze e tecniche in possesso dei maestri restauratori e artigiani.

Obiettivi specifici

Gli obiettivi specifici possono essere suddivisi in aree d’interesse, quali:

• ottenere una rete strutturata ed efficiente in grado di operare, attraverso cantieri scuola, sul mercato del recupero del patrimonio architettonico;
• sviluppare collaborazioni con Dipartimenti universitari, Centri di ricerca, Imprese private e centri operanti nella conservazione come Musei, Fondazioni, etc.;
• avviare servizi di consulenza per le diverse realtà di ricerca, conservazione, restauro e valorizzazione che possano implementare le potenzialità già esistenti;
• istituire un centro servizi per il mondo dell’artigianato con la possibilità di usufruire dei laboratori tecnologici della Fondazione o di noleggiare attrezzature tecnologicamente avanzate.

 

Corso trimestrale di specializzazione nella conservazione del Patrimonio

Il corso, della durata di 13 settimane, è articolato in lezioni teoriche e lavori pratici. L’insegnamento teorico si svolge in comune e prevalentemente in villa Fabris. I lavori pratici si svolgono individualmente nei laboratori annessi alla villa e si fondano sulle esigenze dei cantieri di conservazione. I moduli di insegnamento sono pertanto:

  • Conservazione della Pietra
  • Conservazione dei Metalli
  • Conservazione degli Stucchi
  • Conservazione delle Pitture Murali
  • Conservazione del Legno

Le lezioni sono assistite da un servizio di interpretazione simultanea e si tengono dal lunedì al venerdì, per otto ore al giorno. La frequenza delle lezioni, obbligatoria, viene giornalmente registrata al fine del rilascio, in seguito ad un esame scritto e orale, del certificato di frequenza. Sono previste escursioni e visite guidate a Venezia, Firenze, Treviso, Bassano e Vicenza.

Corsi intensivi e di specializzazione

I corsi intensivi hanno lo scopo di perfezionare la padronanza d’alcuni mestieri e sono programmati attraverso cicli della durata di una settimana, secondo una sequenza che prevede il completamento in tre settimane complessive. L'offerta di più corsi, per uno stesso mestiere, tende a proporre al professionista un repertorio di tecniche diverse, per garantirgli maggiori conoscenze che possono essere acquisite frequentando nel tempo i diversi corsi, secondo un percorso formativo completo.

Seminari tecnici e formazione continua

Si tratta di una nuova offerta strutturata in corsi di 16 ore: alla tradizionale proposta formativa del Centro si affianca la possibilità di effettuare degli incontri di conoscenza o specializzazione delle tecniche di restauro ad elevato contenuto tecnologico (uso del laser, riflettoscopio, microsabbiatrice, etc.)

Convegni tematici

Da sempre impegnato nell’ambito della promozione e salvaguardia del Patrimonio, il Centro affianca all’attività formativa un’azione di ricerca e divulgazione attraverso seminari, mostre e convegni. Attivo da decenni nel dibattito sulla conservazione, il Centro ha avuto nel 2008 il riconoscimento dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa quale punto di riferimento internazionale nell’ambito della formazione dell’artigianato.

Attività in partenariato/convenzione

Il Centro Europeo svolge da anni corsi in partenariato o in convenzione con Enti, Università, Fondazioni nazionali ed internazionali. La Fondazione è tra i soci fondatori della FEMP, Federazione Europea per i Mestieri del Patrimonio; costituita nel gennaio 2012 con lo scopo di sostenere e di valorizzare il saper-fare tradizionale e le tecniche legate alla conservazione e al restauro del patrimonio architettonico. Inoltre fa parte del Metadistretto veneto dei Beni Culturali, l’unico distretto produttivo dei beni culturali in Italia che unisce innovazione e ricerca nel campo del restauro.

Progetti con le scuole superiori

L’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro è una sfida che ogni ente formativo ha il dovere di raccogliere impegnandosi a proporre sempre nuove e aggiornate proposte. Si rivela dunque fondamentale un approccio formativo ed educativo che pone al centro lo studente, il suo benessere, i suoi interessi e il suo futuro. Per attuare questa linea strategica, il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio propone corsi di formazione in collaborazione con Istituti Superiori per i geometri e per i tecnici e gli Istituti d’arte con lo scopo di offrire agli studenti la possibilità di consolidare competenze e abilità fondamentali per la loro carriera professionale.

Noleggio attrezzature tecnologiche

Dal 2013 la Fondazione Villa Fabris offre agli artigiani e restauratori del Veneto un servizio di noleggio delle attrezzature per il restauro, tra cui la tavola calda a bassa pressione, il Laser Palladio II e il sistema anossico Nitrex. Il noleggio può avvenire sia utilizzando le attrezzature presso i nostri laboratori o anche trasferendoli nella propria sede, e con o senza l’assistenza di un tecnico specializzato.

StampaEmail