Corso di formazione sulla “Tecnica dello stucco marmo”

IL DOCENTE
MAURO PATRINI
Restauratore, artista, formatore

Laboratori del Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio
dal 23 ottobre al 30 ottobre 2021
52 ore di formazione
€ 760 + Iva

Mauro Patrini nasce nel 1965 e fin dagli anni ’80 si appassiona all’arte e all’artigianato. Nel 1993 consegue l’attestato in  Produzione e lavorazione di stucco e scagliola marmorizzati presso il CFP di Cremona. Dal 1992 studia al centro Europeo di formazione degli artigiani di  Venezia  e acquisisce conoscenze e abilità in vari settori artigianali, dall’affresco al marmorino, dai calchi allo stucco. Si specializza nella tecnica della scagliola. Come artigiano gli sono affidate commissioni importanti sia in Italia che all’estero: realizza imponenti decorazioni per architetti newyorkesi a West Palm Beach; a Roma gli sono affidati gli interventi di recupero del pavimento del Coffee House al Palazzo del Quirinale, dello stemma di casa Lancellotti presso la casa d’asta Christie’s e delle scagliole della torre della serra moresca di villa Torlonia. Ha operato in importanti cantieri, tra cui Palazzo Carmi di Parma, gli affreschi del Tiepolo nella chiesa dei SS. Faustino e Giovita a Brescia assieme a Renato Giangualano. Come docente tiene corsi di Stucco marmorizzato presso il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio. Riesce poi ad abilitare la tecnica artigianale a mezzo espressivo; dal lavoro della bottega, dalla sapienza della manualità crea arte dalle forme minimaliste, semplici e concise fino al complesso territorio del monocromo. Pensa al fare antico per essere attuale. Mauro insegna presso la Fondazione Villa Fabris, a Thiene, perché crede fortemente nella necessità  di tramandare i fondamenti dell’artigianato che hanno fatto dell’Italia il fiore all’occhiello della cultura mondiale in tempi remoti e nell’opportunità di creare dal passato una nuova professionalità in un periodo storico che sembra non dare più prospettive nei settori noti. L’artigiano è il depositario del sapere antico e originario, è il lavoratore dell’arte la cui abilità deriva dalla sua conoscenza, dalla sua esperienza, da quello che fa e da quello che medita, da quello che esprime e da quello che suscita.

A CHI E’ RIVOLTO Il corso di formazione è rivolto a restauratori, artigiani, liberi professionisti e studenti. Il docente provvederà a fare gli opportuni distinguo in base alle conoscenze e capacità individuali dei singoli partecipanti.

GLI OBIETTIVI DEL CORSO Lo stucco marmorizzato è uno dei materiali artigianali più appariscenti usati nella decorazione. Nasce dalle mani di abili artigiani che con gesso, colla e pigmenti creano una infinità di finti marmi colorati anche con tonalità e gamme di fantasia. L’accostamento di più marmi o il loro intarsio danno la possibilità di ulteriori effetti. Obiettivo del corso è la conoscenza dei materiali e della composizione degli impasti. Verranno quindi fatte esercitazioni per la decorazione su superfici e su colonne e la creazione di elementi architettonici.

ARGOMENTI CHE SARANNO TRATTATI A partire da una breve introduzione storica della tecnica e delle varianti dello stucco marmorizzato, saranno trattati i materiali e gli utensili utilizzati, gli impasti e la loro applicazione nelle diverse fasi di spatolatura, lisciatura e lucidatura. Sarà affrontata la tecnica della composizione e dell’intarsio.

METODOLOGIE E STRUMENTI CHE SARANNO UTILIZZATI Il corso è fatto essenzialmente di parti pratiche in cui il docente, nello spiegare e realizzare le diverse fasi di lavorazione, rende partecipi gli allievi, favorisce la comunicazione interattiva, crea una sensazione di benessere, accresce l’empatia del gruppo, valorizza le specificità di ognuno.

ORE DI FORMAZIONE 52 ore di formazione.

IL CALENDARIO Il corso inizia sabato 23 ottobre alle ore 13.00 e termina alle ore 13.30 di sabato 30 ottobre 2021.

COSTI E MODALITA’ DI PAGAMENTO La quota di partecipazione comprende insegnamento, materiale didattico, utilizzo di attrezzi e laboratori, assicurazione. Quota di partecipazione€.  760,00 + IVA 22% Soci Confartigianato:   €. 710,00 + IVA 22%

Il pagamento del corso dovrà essere effettuato dopo la conferma del corso che avverrà tramite e-mail al raggiungimento del numero minimo di adesioni previsto (7 partecipanti). La ricevuta di pagamento, che darà la conferma di partecipazione, va inviata a centroeuropeo@villafabris.eu. Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario a ASSOCIAZIONE VILLA FABRIS – Intesa San Paolo Spa – Agenzia n. 13 di Vicenza IBAN – IT88 U030 6911 8851 0000 0001 289 indicando la seguente causale: corso Patrini 2021 e il nominativo del partecipante.

SEDE DEL CORSO Il corso si tiene presso il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio di Villa Fabris a Thiene (VI) – Via Trieste, 43. Per chi fosse interessato il Centro offre un servizio di foresteria.

TERMINE PER ADERIRE La manifestazione d’interesse va comunicata via email entro e non oltre martedì 12 ottobre 2021. Successivamente sarà inviata agli interessati una  mail di conferma d’inizio workshop.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE Compilare in ogni sua parte la scheda di manifestazione di interesse che segue:

Scarica il depliant Stucco marmo base autunno 2021 Download Marble Stucco 2021

Corso di formazione su “Il colore nelle tecniche artistiche artigianali”

IL DOCENTE
RENATO GIANGUALANO

Maestro restauratore di pitture murali e su tela e docente di Tecniche artistiche

Laboratori del Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio
dal 27 settembre al 1° ottobre 2021
35 ore di formazione
€ 670 + Iva

Renato Giangualano nasce nel 1949 e inizia l’attività di restauratore di dipinti nel 1964 lavorando presso varie ditte, consegue poi il diploma come tecnico operatore per il restauro presso la scuola E.N.A.I.P. di San Gallo. Nel proprio laboratorio esegue il restauro di dipinti su tela e su tavola, di policromie lignee e dorature. È stato consulente per la Cooperativa Reggiana Pittori TECTON in qualità di direttore artistico per il restauro di edifici monumentali e beni artistici. È accreditato presso le Soprintendenze per i Beni Artistici e Storici  e quelle per i Beni ambientali e Architettonici di varie città d’Italia. Esegue analisi stratigrafiche sugli intonaci di edifici in restauro e consulenze per conto di studi di architetti e ingegneri. In parallelo all’attività di restauro è impegnato come docente presso diverse istituzioni operanti nel settore del restauro architettonico e continua l’attività di consulenza nel settore.      

A CHI E’ RIVOLTO

Il corso di formazione è rivolto a restauratoriartigiani, liberi professionisti e studenti. Il docente provvederà a fare gli opportuni distinguo in base alle conoscenze e capacità individuali dei singoli partecipanti.

GLI OBIETTIVI DEL CORSO

Il  corso intende approfondire l’evoluzione delle tecniche pittoriche attraverso l’analisi del colore, dei leganti e dei supporti.

Le esercitazioni verranno eseguite su pannelli didattici realizzati integralmente in aula, dalla costruzione dei supporti alla prepatrazione del legante e del colore.

ARGOMENTI CHE SARANNO TRATTATI

Il percorso formativo prevede una parte di teoria sulla storia delle tecniche pittoriche sviluppata attraverso l’evoluzione dei supporti, la conoscenza dei materiali e dei pigmenti.

La parte pratica si concentra sulla lavorazione dei colori su pietra, sullo studio della loro composizione chimica e sulla preparazione dei diversi supporti.

METODOLOGIE E STRUMENTI CHE SARANNO UTILIZZATI

Il corso è fatto essenzialmente di parti pratiche in cui il docente, nello spiegare e realizzare le diverse fasi di lavorazione, rende partecipi gli allievi, favorisce la comunicazione interattiva, crea una sensazione di benessere, accresce l’empatia del gruppo, valorizza le specificità di ognuno.

DURATA 

35 ore di formazione.

IL CALENDARIO

Il corso inizia lunedì 27 settembre alle ore 13.00 e termina alle ore 14.30 di venerdì 1° ottobre 2021.

COSTI E MODALITA’ DI PAGAMENTO             

La quota di partecipazione comprende insegnamento, materiale didattico, utilizzo di attrezzi e laboratori, assicurazione.

Quota di  partecipazione:  €.  670,00 + IVA 22%
Soci   Confartigianato:   €. 600,00 + IVA 22%

Il pagamento del corso dovrà essere effettuato dopo la conferma del corso che avverrà tramite e-mail al raggiungimento del numero minimo di adesioni previsto (6 partecipanti). La ricevuta di pagamento, che darà la conferma di partecipazione, va inviata a centroeuropeo@villafabris.eu. Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario a ASSOCIAZIONE VILLA FABRIS – Intesa San Paolo Spa – Agenzia n. 13 di Vicenza – IBAN – IT88 U030 6911 8851 0000 0001 289 indicando la seguente causale: corso Giangualano 2021 e il nominativo del partecipante.

SEDE DEL CORSO
Il corso si tiene presso il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio di Villa Fabris a Thiene (VI) – Via Trieste, 43. Per chi fosse interessato il Centro offre un servizio di foresteria.

TERMINE PER ADERIRE
La manifestazione di interesse va comunicata entro e non oltre il giorno venerdì 15 settembre 2021. Successivamente sarà inviata agli interessati una mail di conferma di inizio corso.                   

MODALITA’ DI ISCRIZIONE Compilare in ogni sua parte la scheda di manifestazione di interesse che segue:

scarica il depliant Colore e tecniche artigianali_2021 download the brochure Colours and Techniques_2021

Corso di formazione sulla “Pittura d’ornamento”

IL DOCENTE
PIETRO COMIN

Maestro decoratore e docente di pittura d’ornamento e trompe-l’œil

Laboratori del Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio
dal 27 settembre al 1° ottobre 2021
35 ore di formazione
€ 670 + Iva

Nato e cresciuto in Francia,  Pietro Comin si diploma all’Istituto superiore di Pittura Van der Kelen di Bruxelles e riceve il Primo Premio e Medaglia d’oro. Ha lavorato in Francia, Lussemburgo, Germania, Svizzera e Italia, con interventi di grande prestigio, tra gli altri al Museo delle Belle Arti di Nancy (F), sul peristilio e la scalinata d’onore, patrimonio mondiale, nella decorazione degli appartamenti di sua Eccellenza il Ministro delle Finanze Private del re dell’Arabia Saudita a Ginevra (CH), alla decorazione del Municipio di Lussemburgo e in numerosi castelli francesi. E’ attivo nell’insegnamento con entusiasmo e competenza, riuscendo a creare gruppi di lavoro molto affiatati e stimolanti anche grazie alla capacità di comunicare in tutte le principali lingue europee.

A CHI E’ RIVOLTO

Il corso di formazione è rivolto a restauratori, artigiani, liberi professionisti e studenti. Il docente provvederà a fare gli opportuni distinguo in base alle conoscenze e capacità individuali dei singoli partecipanti.

GLI OBIETTIVI DEL CORSO

Il  corso vuole insegnare questa antichissima tecnica di pittura, tutt’ora facilmente realizzabile una volta acquisite poche nozioni di base. Le esercitazioni verranno eseguite su pannelli didattici e i soggetti dipinti potranno derivare da particolari di affreschi famosi o da proposte personali degli allievi.

ARGOMENTI CHE SARANNO TRATTATI

Il percorso formativo prevede dei momenti di teoria sulla storia della pittura a fresco, sulla conoscenza dei materiali e dei pigmenti e sull’evoluzione della tecnica nei diversi stili ed epoche. La parte pratica si concentrerà invece sulla preparazione delle  malte per lo strato preparatorio (arriccio) e per quello finale, sulla realizzazione dei disegni preparatori e dello spolvero o del cartone e saranno eseguite esercitazioni su pannelli. Saranno trattati anche i problemi di conservazione.

METODOLOGIE E STRUMENTI CHE SARANNO UTILIZZATI

Il corso è fatto essenzialmente di parti pratiche in cui il docente, nello spiegare e realizzare le diverse fasi di lavorazione, rende partecipi gli allievi, favorisce la comunicazione interattiva, crea una sensazione di benessere, accresce l’empatia del gruppo, valorizza le specificità di ognuno.

DURATA 

35 ore di formazione.

IL CALENDARIO

Il corso inizia lunedì 27 settembre alle ore 13.00 e termina alle ore 14.30 di venerdì 1 ottobre 2021.

COSTI E MODALITA’ DI PAGAMENTO             

La quota di partecipazione comprende insegnamento, materiale didattico, utilizzo di attrezzi e laboratori, assicurazione.

Quota di  partecipazione:  €.  670,00 + IVA 22%
Soci   Confartigianato:   €. 600,00 + IVA 22%

Il pagamento del corso dovrà essere effettuato dopo la conferma del corso che avverrà tramite e-mail al raggiungimento del numero minimo di adesioni previsto (6 partecipanti). La ricevuta di pagamento, che darà la conferma di partecipazione, va inviata a centroeuropeo@villafabris.eu. Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario a ASSOCIAZIONE VILLA FABRIS – Intesa San Paolo Spa – Agenzia n. 13 di Vicenza – IBAN – IT88 U030 6911 8851 0000 0001 289 indicando la seguente causale: corso Comin 2021 e il nominativo del partecipante.

SEDE DEL CORSO
Il corso si tiene presso il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio di Villa Fabris a Thiene (VI) – Via Trieste, 43. Per chi fosse interessato il Centro offre un servizio di foresteria.

TERMINE PER ADERIRE
La manifestazione di interesse va comunicata entro e non oltre il giorno venerdì 15 settembre 2021. Successivamente sarà inviata agli interessati una mail di conferma di inizio corso.                   

MODALITA’ DI ISCRIZIONE Compilare in ogni sua parte la scheda di manifestazione di interesse che segue:

scarica il depliant Corso Pittura d’ornamento_autunno 21  download the brochure Ornamental Painting 2021_Comin_EN

Workshop di “Introduzione alle tecniche della doratura”

IL DOCENTE
MARIA CAROZZI

Restauratrice di Beni Culturali

Laboratori del Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio
30 settembre,  1 e 2 ottobre 2021
21 ore di formazione
€ 370 + Iva

Maria Carozzi, dopo gli studi artistici, consegue nel 2001 il post diploma Triennale di “Restauratore di dipinti su tela” presso la Fondazione ENAIP LOMBARDIA di Botticino (BS) e nel 2017 il diploma di II livello Quinquennale in restauro abilitante alla professione di “Restauratore di Beni Culturali” con profilo PFP2, presso l’Accademia di Belle Arti “A. Galli ” – I.L.E.M. di Como.

Titolare di un’impresa artigiana, esercita la professione di restauratrice di beni culturali sia in collaborazione con laboratori del settore che in autonomia, di opere mobili ed immobili su supporto ligneo, tessile di epoca antica, moderna e contemporanea per soggetti privati e in collaborazione con gli enti di Tutela.
Dal 2018 è docente di “Tecniche della Doratura per il Restauro” presso l’Accademia di Belle Arti “A. Galli ” di Como.

A CHI E’ RIVOLTO

Il corso di formazione è rivolto a restauratori, artigiani, liberi professionisti e studenti. Il docente provvederà a fare gli opportuni distinguo in base alle conoscenze e capacità individuali dei singoli partecipanti.

GLI OBIETTIVI DEL CORSO

Il workshop vuole essere un’introduzione panoramica alle antiche e preziose tecniche della doratura. Il corso offrirà le conoscenze delle origini della doratura, le basi teoriche e pratiche della doratura e argentatura a guazzo, a missione, oro e argento in polvere-“conchiglia”, delle tecniche decorative della superficie dorata su supporto ligneo e le possibili soluzioni per il loro ripristino.

Saranno introdotte le caratteristiche dei materiali trattati anche attraverso l’analisi di campioni dei materiali analizzati a luce Incidente, luce Ultravioletta e a Microscopio Digitale. Riconoscimento delle diverse tecniche di doratura e delle tecniche decorative della superficie.

ARGOMENTI CHE SARANNO TRATTATI

  • Approfondimento delle tecniche della Doratura e Argentatura a Guazzo, a Missione, tecnica della Meccatura, oro e argento in polvere-“Conchiglia” e tecniche decorative della superficie dorata.
  • Caratteristiche dei materiali trattati, in opera e non,  anche attraverso l’analisi di campioni dei materiali a luce Incidente, Radente, luce Ultravioletta e a Microscopio Digitale.
  • Caratteristiche e analisi delle procedure, delle attrezzature utilizzate e i risultati estetici.
  • Preparazione delle varie tipologie di adesivi, del gesso, delle diverse tipologie di bolo, delle diverse tipologie di metalli in foglia e in polvere – “Conchiglia” (oro-argento “Vero e a Imitazione”) e i differenti risultati estetici.
  • Presentazione della procedura di esecuzione della tecnica di Doratura a Guazzo dalla preparazione del supporto ligneo: stesura del turapori, stesura del gesso e colla (ammanitura) stesura della temperina e del bolo, esecuzione del disegno preparatorio, applicazione della foglia metallica e brunitura (effetti di velatura, satinatura e brunitura).
  • Presentazione della procedura di esecuzione della tecnica di Doratura a Missione: preparazione del supporto e presentazione delle diverse tipologie di missioni.
  • Presentazione della procedura di esecuzione delle tecniche decorative della superficie dorata: Incisione, Punzonatura, Bulinatura, Graffito e Pastiglia.
  • Presentazione della procedura di esecuzione della Meccatura. I materiali e i differenti risultati estetici.
  • Presentazione della procedura di esecuzione della tecnica di oro e argento in polvere – “Conchiglia”. Preparazione con le diverse tipologie di adesivi.
  • Presentazione della procedura di finitura della foglia metallica: protettivi, velature e effetti di patinatura. I materiali e i differenti risultati estetici.
  • Presentazione di alcune possibili metodologie di ripristino delle superfici dorate argentate e meccate. I materiali e i differenti risultati estetici.
  • Identificazione delle possibili tecniche di realizzazione e dei materiali utilizzati.

METODOLOGIE E STRUMENTI CHE SARANNO UTILIZZATI

Il corso è fatto essenzialmente di parti pratiche in cui il docente, nello spiegare e realizzare le diverse fasi di lavorazione, rende partecipi gli allievi, favorisce la comunicazione interattiva, crea una sensazione di benessere, accresce l’empatia del gruppo, valorizza le specificità di ognuno. Le tematiche saranno affrontate con l’apporto di bibliografia pertinente.

DURATA 

21 ore di formazione.

IL CALENDARIO

Il corso inizia giovedì 30 settembre alle ore 9.00 e termina alle ore 17.00 di sabato 2 ottobre 2021.

COSTI E MODALITA’ DI PAGAMENTO             

La quota di partecipazione comprende insegnamento, materiale didattico, utilizzo di attrezzi e laboratori, assicurazione.

Quota di  partecipazione:  €.  370,00 + IVA 22%
Soci   Confartigianato:   €. 320,00 + IVA 22%

Il pagamento del corso dovrà essere effettuato dopo la conferma del corso che avverrà tramite e-mail al raggiungimento del numero minimo di adesioni previsto (7 partecipanti). La ricevuta di pagamento, che darà la conferma di partecipazione, va inviata a centroeuropeo@villafabris.eu. Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario a ASSOCIAZIONE VILLA FABRIS – Intesa San Paolo Spa – Agenzia n. 13 di Vicenza – IBAN – IT88 U030 6911 8851 0000 0001 289 indicando la seguente causale: corso Doratura 2021 e il nominativo del partecipante.

SEDE DEL CORSO
Il corso si tiene presso il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio di Villa Fabris a Thiene (VI) – Via Trieste, 43. Per chi fosse interessato il Centro offre un servizio di foresteria.

TERMINE PER ADERIRE
La manifestazione di interesse va comunicata entro e non oltre il giorno venerdì 15 settembre 2021. Successivamente sarà inviata agli interessati una mail di conferma di inizio corso.                   

MODALITA’ DI ISCRIZIONE Compilare in ogni sua parte la scheda di manifestazione di interesse che segue:

scarica il depliant Introduzione alla DORATURA 2021 download the brochure Introduction to the Gilding Technique 2021

Opportunità formativa gratuita – Materiali lapidei: pavimentazioni storiche

Sviluppa le tue competenze per aprire nuovi mercati.
Acquisisci anche l’attestato di Tecnico del Restauro di Beni Culturali con competenze settoriali.
Potrai essere inserito dalla Regione Veneto in un apposito elenco e collaborare così, a pieno titolo, con i restauratori di beni culturali.
Partecipa al corso di 175 ore
MATERIALI LAPIDEI E DERIVATI:
LE PAVIMENTAZIONI STORICHE
Un percorso formativo gratuito, breve, flessibile, finanziato dal Fondo sociale europeo e che avrà luogo presso i laboratori del Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio a Villa Fabris – Thiene (VI) e dell’Engim Veneto Laboratorio Professioni del Restauro a Monticello Conte Otto – Cavazzale (VI).
Iscrizioni entro martedì 18 maggio 2021.
Inizio del corso entro fine 2021.
La maggior parte delle lezioni saranno però svolte nella primavera del 2022.
Compila subito la scheda di manifestazione di interesse che trovi qui sotto
Posti limitati a imprese artigiane, tecnici del restauro, restauratori.
Prevista graduatoria in caso di iscrizioni in esubero.

Paolo Cremonesi a Villa Fabris collega il mondo dei restauratori

Sono 19 le nazionalità rappresentate dai partecipanti alla lezione in streaming che il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio metterà in onda domani in lingua inglese dai suoi laboratori di Villa Fabris. Sette interessanti ore di formazione con Paolo Cremonesi, uno dei maggiori chimici internazionali, che in questi ultimo periodo ha scelto il Centro Europeo di Thiene per tre successivi incontri che hanno riscontrato l’interesse di centinaia di restauratori.

Un primo incontro sperimentale si è tenuto lo scorso mese di dicembre per testare la nuova modalità di insegnamento (lo streaming) che la pandemia ha costretto ad adottare. Grazie all’assistenza tecnica di Fabbrica Lumiere di Asolo (TV)  si è riusciti a proporre ad una trentina di restauratori una lezione in alta definizione, ricca di particolari e di riprese in primo piano che i partecipanti hanno molto apprezzato.

A febbraio si è così potuto riproporre una seconda edizione alla quale hanno aderito oltre un centinaio di restauratori di tutta Italia ed europei ed ora si è alla vigilia di questo terzo momento che vedrà collegati operatori del settore di cui 76 dall’Europa, 2 dalle Americhe, 5 dall’Asia e 2 dall’Italia.

L’argomento che Paolo Cremonesi affronterà è una prima parte teorica e poi una pratica. Nell’incontro si passeranno in rassegna le possibilità offerte dall’ambiente acquoso in forma gelificata, per la sua azione a pH alcalino e/o in presenza di tensioattivi e chelanti, e per la sua abilità ad emulsionare moderate quantità di solventi polari, con o senza tensioattivi

Stati generali del Patrimonio Italiano: invitato anche il Centro Europeo di Villa Fabris di Thiene

E’ stato accolto con particolare soddisfazione ed entusiasmo l’invito ricevuto in questi giorni dal Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio di Villa Fabris a partecipare agli Stati Generali del Patrimonio Italiano che si terranno il prossimo 20 maggio a Roma, nella sede del Cnel Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, presieduto dal vicentino prof. Sen. Tiziano Treu.

“La partecipazione agli Stati Generali – afferma Andrea Piovan, presidente dell’Associazione Villa Fabris – è riservata agli Amministratori, Direttori e Presidenti delle più autorevoli e importanti organizzazioni italiane, private e pubbliche, che operano nell’ambito della didattica, promozione, restauro, salvaguardia, tutela e valorizzazione dei patrimonio architettonico e immobiliare d’epoca e storico d’Italia nonché a Presidenti e Assessori di Regioni e ai Sindaci e Assessori di Comuni e ai Rettori delle Università e ci fa pertanto grande piacere avere ricevuto questo invito, a conferma della ultraquarantennale attività del nostro Centro a favore della formazione continua dei restauratori e artigiani che operano nel campo della conservazione del patrimonio.”

L’iniziativa è coordinata dal Cnel, organismo costituzionale della Repubblica Italiana, e da Assopatrimonio. Il suo scopo è quello di delineare un quadro operativo e strategico per includere il patrimonio architettonico e immobiliare d’epoca e storico tra gli asset economici primari dell’Italia e metterlo al centro dell’Agenda della Strategia Nazionale per il Rilancio del Sistema Paese.

“E’ un’importante occasione – spiega Giovanni Giuliari, Segretario del Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio di Villa Fabris – per redigere una indagine conoscitiva e una mappatura sugli organismi che operano nel settore del patrimonio nonché per raccogliere proposte e progetti che saranno inseriti nel piano di indirizzo per il patrimonio destinato all’esame del Ministero della Cultura, del Ministero dell’Istruzione, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero del Turismo.”

Il Presidente Andrea Piovan avrà modo non solo di confrontarsi sulle tematiche che caratterizzano il restauro italiano come eccellenza internazionale, ma anche sulle problematiche che riguardano in senso ampio il patrimonio culturale italiano quali il cinema, la finanza e gli investimenti, l’innovazione tecnologica, il lavoro e l’occupazione, il paesaggio e il territorio, il patrimonio immobiliare, le professioni, il turismo e le università.

Restauratori di beni culturali: l’elenco unico nel portale dei Professionisti

(Comunicato del MIBACT)

L’elenco unico dei restauratori di beni culturali è pubblicato da oggi sul portale dedicato ai Professionisti di beniculturali, realizzato dal MiBACT – Direzione, generale educazione ricerca e istituti culturali, all’interno della nuova sezione professioni regolamentate.

L’elenco comprende i professionisti:

  • presenti nell’elenco pubblicato all’esito del bando per l’acquisizione della qualifica di Restauratore di beni culturali previsto dalle disposizioni transitorie dell’art.182 del d.lgs 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio);
  • in possesso di diploma conseguito presso i corsi abilitanti all’esercizio della professione di Restauratore di beni culturali;
  • in possesso di qualifica estera riconosciuta in Italia a seguito di apposito decreto della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del MiBACT;

Principali novità 

La nuova release del portale consente di effettuare ricerche all’interno dell’elenco dei restauratori per: NomeCognomeCodice fiscale, settori di competenza professionale (12 in tutto), Regione di attività.

La registrazione alla piattaforma in qualità di restauratore offre inoltre una serie di funzionalità:

  • esprimere il consenso alla pubblicazione del Codice fiscale;
  • registrare e pubblicare il proprio indirizzo e-mail;
  • indicare le Regioni in cui l’attività professionale viene svolta;
  • scaricare un attestato di iscrizione all’elenco;
  • richiedere la cancellazione dei propri dati ai sensi dell’art.17 del GDPR.

Gli strumenti a disposizione sul portale semplificano quindi la verifica del possesso della qualifica del professionista da parte dei soggetti interessati, le ricerche dei professionisti nell’ambito di specifici settori di competenza professionale e l’aggiornamento dei dati da parte dei professionisti.

Aggiornamento dell’elenco

L’elenco è aggiornato progressivamente:

  • con l’inserimento dei nuovi diplomati abilitati all’esercizio della professione di Restauratore di beni culturali, a seguito di comunicazione da parte degli istituti formativi accreditati;
  • all’esito del riconoscimento di qualifica estera con apposito decreto.

IMPORTANTE: per i restauratori la registrazione al portale è consentita unicamente a coloro che siano già presenti in elenco.

Ulteriori novità

Il portale dei professionisti accoglierà nei prossimi mesi ulteriori implementazioni:

  • gestione dell’elenco dei tecnici del restauro di beni culturali, ora disponibile all’indirizzo: https://web.beniculturali.it/?p=48, e relative domande di inserimento.
  • gestione in modalità totalmente online delle domande di riconoscimento delle qualifiche estere di restauratore e tecnico del restauro di beni culturali.

Per informazioni scrivi al seguente indirizzo: restauratori@beniculturali.it

Per assistenza tecnica compila il modulo: Contatti

Da VIART a VIARTOUR passando per VILLA FABRIS

Presentate in anteprima alle Pubbliche Amministrazioni le proposte turistiche di VIARTOUR legate al mondo dell’artigianato vicentino!

VIARTOUR è il nuovo progetto di promozione turistica di Confartigianato Vicenza che lega territorio ed artigianato vicentino con proposte di forte attrattiva per tutti coloro che amano vivere esperienze uniche e inedite.
Il portale www.viartour.it sarà quindi il “contenitore” ideale di esperienze turistiche e per il tempo libero in grado di offrire mete alternative per scoprire saperi e sapori dell’artigianato.
VIARTOUR nasce come evoluzione in chiave turistica del progetto VIART, marchio di promozione dell’artigianato artistico vicentino e vetrina di qualità di tante botteghe artigianali, protagoniste del territorio con i loro prodotti, la loro arte, la loro storia attraverso il portale www.viart.it
VIARTOUR valorizza questo patrimonio di eccellenze artigianali e interpreta il desiderio – sempre più diffuso – di dedicare parte del nostro tempo libero a sperimentare la nostra creatività riscoprendo il fascino delle mani.

Le proposte sono articolate in tre diversi ambiti comunque integrabili tra loro:

  1. PERCORSI ARTIGIANI: itinerari di visita nelle varie aree del territorio vicentino con l’intento di portare il turista a visitare le botteghe, incontrare gli artigiani e gustarne le produzioni tipiche scoprendo la ricchezza del patrimonio storico-artistico della provincia;
  2. ESPERIENZE DI GUSTO: appuntamenti con le produzioni alimentari locali che si traducono in eventi presso distillerie o birrerie oppure in corsi per imparare le leccornie vicentine;
  3. IMPARA L’ARTE: veri e propri workshop con gli artigiani del settore artistico, per scoprire la manualità e la creatività del saper fare portando un po’ di questi valori nella nostra vita quotidiana.

Molti dei workshop saranno svolti presso i laboratori di VILLA FABRIS, ricavati nella ex tinaia del complesso settecentesco della Villa, costituiscono uno spazio dal sapore storico artistico e tradizionale. Vivere questi ambienti  è un’esperienza molto suggestiva e coinvolgente, sospesa tra passato e futuro. Subito entrando siamo travolti dal fascino di questo spazio: tavoli da falegname, banchi con i piani di marmo, armadi con vasi di pigmenti naturali in polvere, attrezzi artigianali e profumo di legno, colla, resina stimolano i sensi e rievocano un mondo di grande suggestione. Qui potremo “sporcarci” le mani con il patrimonio culturale “immateriale”, fatto di tutte le tradizioni vive trasmesse dai nostri antenati, Una vera e propria ricchezza di conoscenza e competenze che vengono trasmesse da una generazione all’altra, sia da un punto di vista professionale che di promozione e conoscenza al pubblico appassionato, un saper fare oggi tutelato e protetto dall’Unesco come patrimonio da non disperdere.

I laboratori di Villa Fabris sono la sede privilegiata ma non unica. E’ infatti possibile realizzare i nostri workshop anche presso la bottega di qualche artigiano o in sedi sul territorio adatte all’uso. IMPARA L’ARTE è dunque un modo per valorizzare e far conoscere i saperi dei nostri territori stimolando così i cittadini a una maggiore consapevolezza del valore del loro territorio.

Per questa ragione è fondamentale la condivisione delle proposte di VIARTOUR con Enti pubblici e privati, Comuni e Pro loco, e Associazioni attive nel territorio con l’obiettivo di arrivare ad una gestione integrata delle iniziative e portare ad un incremento ancora più diffuso della conoscenza del territorio vicentino.

Proprio alle Amministrazioni locali è stata riservata la presentazione in anteprima attraverso un Webinar realizzato il 5 febbraio scorso nei laboratori dell’Associazione Villa Fabris di Thiene a cui hanno aderito cinquanta comuni.

Guarda il webinar Pronti? VIArtour