Villa Fabris: Christian Malinverni passa il testimone ad Andrea Piovan

Rinnovate le cariche dell’Associazione che gestisce il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio di Thiene

Cambio al vertice dell’Associazione Villa Fabris. Dopo sette anni di presidenza, Christian Malinverni passa il testimone ad Andrea Piovan, titolare dell’azienda artigiana For Horses srl che produce linee d’abbigliamento per cavalieri e amazzoni, nonché presidente mandamentale di Confartigianato Imprese di Thiene.

In occasione dell’assemblea dei soci tenutasi qualche giorno fa nel lasciare il suo ruolo di Presidente dell’Associazione, Christian Malinverni ha voluto ringraziare il sindaco di Thiene, Giovanni Casarotto, per la collaborazione leale e fattiva dimostrata in questi anni dall’Amministrazione comunale, i consiglieri per il costante impegno profuso, il personale dell’Associazione per la passione e competenza dimostrate e Confartigianato Imprese Vicenza per l’apporto economico e finanziario dato per il sostegno e lo sviluppo delle tante attività avviate. Ha ricordato come, nel corso dei suoi due mandati, la villa settecentesca si sia trasformata diventando, di fatto, una nuova piazza dove gravitano cinque attività economiche gestite da giovani che nel tempo si sono consolidate, contribuendo a fare di Villa Fabris un centro culturale di tutto rispetto.

A seguito dell’assemblea dei soci che per il prossimo triennio ha eletto il nuovo consiglio direttivo nelle persone di Christian Malinverni, Andrea Piovan, Emanuela Tognolo, Alberto Samperi e Vivian Borsato, si è provveduto a nominare Andrea Piovan quale nuovo presidente, riconfermando l’assessore del Comune di Thiene, Alberto Samperi, come vicepresidente dell’Associazione.

Il neo presidente si è detto entusiasta della squadra chiamata a gestire Villa Fabris, tra l’altro in questo particolare momento in cui la pandemia da Covid-19 sta creando difficoltà a tutte le attività economiche e in particolare a quelle culturali, e si è dimostrato fiducioso sulla ripresa grazie anche alle competenze e professionalità che il nuovo Consiglio Direttivo sarà in grado di mettere in campo. Ha quindi espresso la volontà di proseguire sulla strada finora tracciata, consolidando l’esperienza del Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio, diventato oramai un luogo d’eccellenza a livello nazionale e internazionale per la formazione dei restauratori e degli artigiani che operano nel campo dell’artigianato artistico e della conservazione del patrimonio culturale. Nel suo primo mandato cercherà inoltre di aprire sempre più alla cittadinanza e alle stesse imprese gli spazi e i laboratori della Villa che potrà essere ancor più punto di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio pedemontano, grazie anche all’insostituibile sostegno del Comune di Thiene, Comune di Schio, Cesar e Confartigianato Imprese Vicenza, soci dell’Associazione.