SUMMER SCHOOL di aggiornamento e perfezionamento in conservazione del patrimonio archivistico

Da sempre la nostra Associazione ha a cuore la formazione e la trasmissione dei saperi.
Il Codice dei beni culturali e del paesaggio (Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42) articola chiaramente la conservazione del patrimonio culturale in una “coerente, coordinata e programmata attività di studio, prevenzione, manutenzione e restauro” (art. 29, c.1). Di queste attività, “gli interventi di manutenzione e restauro […] sono eseguiti in via esclusiva da coloro che sono restauratori di beni culturali” (art.29, c.6).

Oltre al percorso formativo di base, che lo stesso Codice dei beni culturali affida alle scuole e ai centri di formazione appositamente accreditati dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) in concerto con il Ministero dell’università e della ricerca (MIUR), il bagaglio indispensabile per la crescita professionale dei restauratori e dei collaboratori restauratori è costituito dalle esperienze di aggiornamento permanente che consentano loro di confrontarsi sui principi che indirizzano il restauro, nonché di conoscere e applicare metodiche di intervento – tradizionali e innovative – dei quali possano valutare l’efficacia e l’invasività.

In questa prospettiva abbiamo promosso, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici, corso di laurea magistrale in Storia e gestione del patrimonio archivistico e bibliografico dell’Università Ca’ Foscari, Venezia, una SUMMER SCHOOL di aggiornamento e perfezionamento in conservazione del patrimonio archivistico che si inserisce nell’ambito del “Progetto Archiporto, l’archivio del castello di Thiene nella rete degli archivi vicentini” sostenuto dalla Fondazione Cariverona e che oltre alla nostra Associazione vede la partecipazione della Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza, Castello di Thiene, Fies Core/Centrale Fies di Dro (TN), Università IUAV di Venezia, MeLa Media Lab. Tale progetto prevede, nel triennio 2018-2020, lo studio, il censimento, la conservazione, la digitalizzazione, la messa in rete e la valorizzazione di uno dei più importanti archivi di famiglia in Veneto, quello custodito presso il Castello di Thiene.
L’iniziativa è destinata all’aggiornamento e al perfezionamento degli operatori della conservazione del patrimonio archivistico.
Il numero massimo dei partecipanti non potrà essere superiore a 15.

La Summer School si svilupperà nell’arco di 4 settimane intensive (10 giugno-5 luglio 2019, ore 9.00-13.00 e 14.00-17.30) per complessive 150 ore. Essa si svolgerà a Thiene, presso Il Centro Europeo per i Mestieri del Patrimonio dell’Associazione Villa Fabris e si rivolgerà a partecipanti già in possesso di una formazione di base nel campo della conservazione e del restauro dei materiali archivistici e librari. Il percorso didattico si articolerà in lezioni teoriche (60 ore) e in attività pratica di laboratorio (90 ore) e affronterà le seguenti tematiche:
storia e vicende del fondo archivistico;
– aspetti di teoria e storia del restauro del patrimonio archivistico e librario;
– storia, tecniche di manifattura e studio analitico dei materiali archivistici;
– principi di chimica applicata alla conservazione;
– metodiche e tecniche di restauro e di conservazione a lungo termine.
Considerato il carattere di perfezionamento e aggiornamento professionale del corso, saranno proposte e valutate (in termini di efficacia e di invasività) anche procedure innovative per il settore e, in particolare, l’applicazione delle nanotecnologie. Le lezioni teoriche si articoleranno sia in didattica frontale che in dimostrazioni pratiche mirate all’osservazione del materiale originale appartenente all’archivio, all’impiego di tecniche di indagine non invasive per la valutazione dello stato di conservazione e di specifiche operazioni di intervento.
Durante l’attività di laboratorio (90 ore) i partecipanti si confronteranno con l’intervento diretto, individuale e di gruppo, sui documenti dell’archivio del Castello Porto-Colleoni-Thiene che presentano problematiche di conservazione affrontate dai docenti nel corso delle lezioni teoriche.

Calendario Summer School

I settimana
Lunedì 10.06
ore 9.00-9.45
Apertura della Summer School e accoglienza dei partecipanti
ore 10.00-13
Castello di Thiene
L’archivio di famiglia del Castello di Thiene e il progetto Archiporto.
ore 14-17.30
Melania Zanetti
La conservazione del patrimonio archivistico: principi e riflessioni.
Martedì 11.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Carlo Federici
Ezio Ornato
Il manufatto carta e le tappe della sua evoluzione geocronologica.
Mercoledì 12.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Melania Zanetti
Organizzazione dei laboratori e impostazione delle attività.
Esame dei materiali provenienti dall’Archivio del Castello di Thiene
Giovedì 13.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Alfonso Zoleo
I meccanismi di degradazione della carta
Venerdì 14.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Alfonso Zoleo
Le tecniche di analisi applicate alla degradazione della carta

II settimana
Lunedì 17.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Laboratorio di restauro
Martedì 18.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Giovanna Poggi
Nanoparticelle alcaline per la deacidificazione 
Mercoledì 19.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Giovanna Poggi
Gel nanofluidi per la pulitura dei supporti cartacei 
Giovedì 20.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Laboratorio di restauro
Venerdì 21.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Laboratorio di restauro

III settimana
Lunedì 24.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Francesca Pascalicchio
Pergamene in archivio: caratterizzazione e proprietà 
Martedì 25.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Francesca Pascalicchio
Pergamene in archivio: tecniche d’indagine per valutare lo stato di conservazione 
Mercoledì 26.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Laboratorio di restauro
Giovedì 27.06
ore 9.00-13; 14-17.30
Laboratorio di restauro
Venerdì 28.06
ore 9.00-13; 14-17
Laboratorio di restauro

IV settimana
Lunedì 01.07
ore 9.00-13; 14-17.30
Claudia Benvestito
Materiali in forma di rotolo: alternative conservative e soluzioni per il deposito 
Martedì 02.07
ore 9.00-13; 14-17.30
Claudia Benvestito
Materiali in forma di rotolo: alternative conservative e soluzioni per il deposito 
Mercoledì 03.07
ore 9.30-13; 14-17.30
Laboratorio di restauro
Giovedì 04.06
ore 9.00-13; 14-17.30

Laboratorio di restauro
Venerdì 05.06
ore 9.00-13; 14-17.30

Esame finale e chiusura della Summer School.

I docenti

Claudia Benvestito   Laureata in Lettere, si è formata presso il Corso europeo di Formazione specialistica per Conservatori-Restauratori di Beni Librari di Spoleto negli anni 1992-1995.
Dal 1999, è in servizio presso il Laboratorio di Restauro della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia. Si occupa del restauro e della conservazione dei materiali della Biblioteca. Studia e realizza per la Biblioteca contenitori multifunzionali, validi per conservare, consultare ed esporre i beni librari, e altre soluzioni conservative non convenzionali. Cura la progettazione di supporti espositivi e provvede all’allestimento di mostre nella Libreria Sansoviniana.

Carlo Federici    Opera dal 1974 nel campo della conservazione del patrimonio archivistico e librario. È stato direttore della Biblioteca Angelica (1990-1992), dell’Istituto centrale di patologia del libro (1992-2002), della Struttura Biblioteche e Sistemi documentari della Regione Lombardia (2003-2005). Autore di circa 200 pubblicazioni, ha insegnato presso l’Università Cattolica di Milano e l’Università di Padova. Attualmente è docente di Conservazione del materiale archivistico e librario all’Università Ca’ Foscari di Venezia e di Conservazione e restauro del libro a Roma nella Scuola Vaticana di Biblioteconomia.

Ezio Ornato   Directeur honoraire al C.N.R.S., ove ha svolto la totalità della sua carriera scientifica, le sue ricerche hanno riguardato dapprima la storia dell’Umanesimo francese e la tradizione manoscritta delle orazioni ciceroniane, poi il manoscritto medievale, l’incunabolo e la carta, dando un impulso decisivo all’applicazione dei metodi quantitativi alla storia del libro. Alla carta in particolare, ha dedicato numerosi studi, fra i quali i due volumi della Carta occidentale nel tardo Medio Evo, promosso dall’Istituto di patologia del libro (oggi ICRCPAL) alla fine degli anni Novanta del secolo scorso.

Francesca Pascalicchio   Laureata in scienze naturali, ha lavorato come diagnosta presso l’Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario (ICRCPAL) di Roma dal 1985 al 2018, dirigendone il laboratorio di tecnologia dal 2014 al 2018.  Si è dedicata allo studio dei materiali costitutivi di libri e documenti, delle loro proprietà e caratteristiche e delle tecnologie di produzione, con particolare riguardo a carta e pergamena.  Ha insegnato Tecnologia dei materiali (carta e legno, pergamena e cuoio) presso la Scuola di Alta Formazione dell’ICRCPAL dal 2010 al 2017.

Giovanna Poggi  ha conseguito un dottorato di ricerca in Scienze per i Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Firenze. E’ attualmente assegnista di ricerca presso il CSGI e Dipartimento di Chimica della medesima università, dove si occupa dello sviluppo di nanomateriali per la conservazione dei beni culturali. La sua attività di ricerca riguarda principalmente la sintesi e la caratterizzazione di sistemi nanofasici per materiali a base cellulosica e, recentemente, anche la messa a punto di gel per la pulitura di opere d’arte.

Melania Zanetti   Laureata in Conservazione dei beni culturali all’Università di Udine e diplomata nel 1995 al Corso europeo di formazione specialistica per conservatori-restauratori di beni archivistici e librari di Spoleto. Titolare dello Studio Res (Padova), dal 1995 progetta e realizza interventi di conservazione per biblioteche, archivi e musei. Dal 2000 insegna “Teoria e storia del restauro” presso l’Università Cattolica di Milano e dal 2010 è docente di “Restauro del libro e del documento” presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dal 2013 presiede l’Associazione Italiana dei conservatori e restauratori degli archivi e delle biblioteche (AICRAB).

Alfonso Zoleo  Ricercatore universitario confermato presso il Dipartimento di Scienze Chimiche di Padova dal 2010, si occupa dal 2008 principalmente di metodi spettroscopici applicati ai beni culturali, con particolare riferimento al patrimonio archivistico e librario. Collabora con esperti nazionali ed internazionali del settore, afferisce al Centro interdipartimentale di ricerca “Studio e conservazione dei beni archeologici, architettonici e storico-artistici”- CIBA dell’Università di Padova, svolgendo attività di indagine pre-restauro e conoscitiva su opere di vario genere, per committenti pubblici (soprintendenze) e privati. Ha all’attivo decine di pubblicazioni scientifiche anche inerenti i beni culturali, in particolare ai materiali cartacei.

Preiscrizione
Gli interessati a partecipare alla Summer School sono invitati a trasmettere entro il 26 aprile 2019 all’indirizzo email summerschoolthiene@gmail.com  il modulo allegato (Modulo pre-iscrizione corso) compilato in ogni sua parte fornendo tutte le informazioni ritenute utili (curriculum vitae et studiorum, precedenti esperienze, partecipazione a progetti nel campo della conservazione del patrimonio archivistico e librario ecc.) per consentire alla Commissione giudicatrice di stilare una graduatoria degli ammessi a frequentare il corso.

Lezioni teoriche
Le lezioni teoriche saranno aperte alla partecipazione di archivisti, bibliotecari, restauratori e studenti interessati.
Coloro che intendono assistere a tali lezioni sono invitati a trasmettere entro il 26 aprile 2019 all’indirizzo email summerschoolthiene@gmail.com il modulo allegato (Modulo iscrizione lezioni teoriche) compilato in ogni sua parte.

Esame finale, certificato di partecipazione e attestato di frequenza
Al termine della Summer School verrà rilasciato un certificato di partecipazione previo superamento di un esame finale che consisterà nell’esposizione di un elaborato relativo a uno degli argomenti affrontati durante il corso. Per accedere all’esame finale sarà necessario aver frequentato almeno il 90 % delle lezioni e delle esercitazioni di laboratorio.
Agli studenti ammessi alla Summer School verranno riconosciuti dall’Università Ca’ Foscari, Dipartimento di Studi Umanistici 6 CFU (Crediti Formativi Universitari) quale attività di Tirocinio formativo.
Nel certificato di partecipazione verranno specificati gli insegnamenti impartiti e le attività di laboratorio svolte.
Un’attestazione di frequenza verrà rilasciata a coloro che avranno seguito le lezioni teoriche.

Quota individuale d’iscrizione
La quota individuale di iscrizione ammonta a euro 2.000,00 e comprende la frequenza alle lezioni, l’uso delle attrezzature e degli strumenti di laboratorio, i materiali delle esercitazioni, i costi assicurativi, nonché l’alloggio presso la foresteria di Villa Fabris.

Grazie ad un contributo della Fondazione Cariverona, a parziale copertura dei costi, la quota individuale richiesta ai partecipanti è di euro 500,00 (+IVA)
Le iscrizioni non potranno superare i 15 partecipanti.
La frequenza alle lezioni teoriche è gratuita; ad esse saranno ammessi coloro che ne faranno richiesta nei limiti di capienza dell’aula (il criterio di priorità sarà quello cronologico delle domande di partecipazione).

Modalita’ di ammissione
Sulla base delle informazioni trasmesse la Commissione organizzatrice stilerà, secondo il proprio, insindacabile giudizio, una graduatoria degli ammessi al corso e ad assistere alle lezioni teoriche.

La Commissione è composta da Melania Zanetti, presidente, da Carlo Federici e Alberto Finozzi.

Per ulteriori informazioni si prega di rivolgersi a:
ASSOCIAZIONE VILLA FABRIS
via Trieste 43 – Thiene (VI)

(lunedì – venerdì orario 8.00-13.00 // 14.00-17.30)
Telefono 0445.372329
email: info@villafabris.eusummerschoolthiene@gmail.com

Allegati
Modulo pre-iscrizione corso
Modulo iscrizione lezioni teoriche
Calendario Summer School

 

Lascia un commento